Il contenuto di questa pagina richiede una nuova versione di Adobe Flash Player.

Scarica Adobe Flash Player

L’esperienza è del tutto originale. Come dice Francesco Bonami, la fotografia italiana era rimasta separata dall’arte contemporanea, schiacciata “fra il paparazzo e il fotografo di moda, tra lo scatto da scoop giornalistico e il servizio per la rivista patinata. La sindrome della Dolce vita e quella di Blow Up”. Ora, in un silenzio denso di suoni e di colori, l’Italia produce un nuovo vero fenomeno, genio dell’immagine e non del rullino.

Lo confermano i video delle opere, <omississ>, che l'artista ha realizzato curando immagini e musica.
Il risultato mostra le opere in forma dinamica, con associazioni mentali, materiali e sentimentali di forte valenza emotiva, dove lo spettatore può abbandonarsi alle proprie evocazioni.

Estratto da uno scritto di Paolo Boschi